CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA
Commissione Episcopale per il clero e la vita consacrata


L’ORDO VIRGINUM NELLA CHIESA IN ITALIA

NOTA PASTORALE


INTRODUZIONE

La gratitudine per i doni di Dio e la responsabilità del discernimento, perché tutti i carismi siano riconosciuti e apprezzati per l’edificazione della comunità cristiana, impegna i Vescovi a considerare con attenzione tutte le vocazioni.
Tra queste, la verginità consacrata, nella pluralità delle sue forme, è stata una grazia di santificazione per molte donne fin dagli inizi della storia della Chiesa e un segno del primato del regno di Dio per la Chiesa e per il mondo.
Nella stagione post-conciliare è rifiorita la forma di consacrazione dell’Ordo Virginum, che ha radici molto antiche, ma presenta anche concreti tratti inediti. Le donne che hanno riconosciuto in questa particolare forma di vita la loro vocazione, come pure i Vescovi che hanno accolto e promosso questo carisma, avvertono la necessità di orientamenti e indicazioni per elaborare criteri comuni e attivare prassi condivise di discernimento, di formazione e di cura pastorale delle donne consacrate nell’Ordine delle Vergini.
Per questo motivo la Commissione Episcopale per il clero e la vita consacrata della Conferenza Episcopale Italiana offre il contributo di questa Nota pastorale.
La storia di un carisma e i frutti di santità che ne derivano si possono conoscere solo nei tempi lunghi e nella docilità allo Spirito di Dio. Le presenti indicazioni pastorali hanno lo scopo di offrire punti di riferimento per orientare scelte concordi nelle Chiese particolari che vivono in Italia, in attuazione della normativa ecclesiastica vigente.
La Nota pastorale vuole esprimere anche un’attenzione incoraggiante e una concreta aspettativa.
L’attenzione incoraggiante è rivolta alle vergini consacrate nel rispettivo Ordo, perché perseverando nel santo proposito rivelino la fecondità del loro carisma, l’incisività della presenza per la missione della Chiesa, la ricchezza del contributo offerto alle comunità cristiane in cui sono inserite.
L’aspettativa è che il trascorrere del tempo, il diffondersi dell’Ordo Virginum nella Chiesa in Italia, la santità delle vergini consacrate e la loro capacità di riflettere sull’esperienza e di comunicarne i frutti consentano di portare a più compiuta maturità i percorsi formativi, lo stile di presenza nella Chiesa, le forme della missione, i tratti della spiritualità delle vergini consacrate.

Roma, 25 marzo 2014
Solennità dell’Annunciazione del Signore

Francesco Lambiasi
Vescovo di Rimini
Presidente della Commissione Episcopale
per il clero e la vita consacrata

 

Scarica il Documento

Questo sito utilizza i cookie per le sue funzionalità tecniche e di profilazione. Chiudendo questo banner e proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego; in alternativa è possibile personalizzare la loro configurazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy.