SEGNI DI UN AMORE INCONDIZIONATO A DIO

Omelia di Mons. Dante Lanfranconi, Vescovo di Crema, per la consacrazione verginale di Marinella Oneta e Mirella Baratti

Tre significative coincidenze ci aiutano a cogliere il senso della consacrazione di Marinella Oneta e di Mirella Baratti nell’Ordo Virginum: l’Anno della Fede, la solennità del Corpus Domini e l’anniversario della dedicazione della nostra Cattedrale.

Una risposta di fede
Abbiamo voluto celebrare la prima consacrazione verginale in diocesi proprio in questo tempo propizio fortemente voluto da Benedetto XVI. Il Motu Proprio “Porta Fidei”, elencando le varie modalità di sequela al Signore, spiega: «Per fede uomini e donne hanno consacrato la loro vita a Cristo, lasciando ogni cosa per vivere in semplicità evangelica l’obbedienza, la povertà e la castità. Segni concreti dell’attesa del Signore che non tarda a venire». La vostra scelta, care Marinella e Mirella, testimonia, in un certo senso, la vostra fede nella chiamata di Dio. Avete riconosciuto che questo desiderio, sgorgato dal vostro cuore e che poi si è lentamente concretizzato, non proveniva da voi: qualcun altro, infatti, l’aveva posto nell’intimo della vostra coscienza. A voi è spettato il compito di custodirlo e coltivarlo, magari per tanti anni. Oggi, a questo disegno divino, voi date il vostro pieno e libero assenso. La vostra presenza e la vostra risposta positiva dicono, quindi, che credete che la vostra vocazione viene da Dio. Nella preghiera di consacrazione sentirete queste parole: «Queste figlie depongono nelle tue mani, o Signore, il proposito di verginità di cui tu sei stato l’ispiratore, per farne a te un’offerta devota e pura». Vi siete dunque fidate di Dio e vi siete affidate a Lui con la stessa disponibilità, con lo stesso amore con cui ci si affida allo Sposo, a colui verso il quale si vuol essere fedeli per tutta la vita. È bello pensare che proprio in questo momento si sta svolgendo, in ogni parte del mondo, l’adorazione eucaristica: è una delle grandi iniziative dell’Anno della Fede nel giorno in cui si celebra la solennità del Corpus Domini.

Scarica il Documento