Incontro con S.Em.za Mons. João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione della Vita Consacrata e Istituti secolari

Carissime,

il Gruppo di Collegamento era a cena presso la Fraterna Domusdove si terrà l’Incontro Nazionale 2016 ed abbiamo avuto la sorpresa di riconoscere al tavolo accanto a noi nientepopodimenoché …. S.Em.za Mons. João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione della Vita Consacrata e Istituti secolari, accompagnato da S. Ecc. Mons. Vincenzo Zani,  attualmente Segretario della Congregazione per l’Educazione cattolica.

Ovviamente non  ci siamo lasciate sfuggire l’occasione (avendolo tanto cercato senza risultati) e, con la scusa di offrirgli dei cioccolatini, lo abbiamo salutato  a nome di tutte e ci siamo fatte una bella chiacchierata.

Vogliamo condividere con tutte voi le bellissime parole e raccomandazioni che S.Em.za ci ha fatto, accompagnandole con sorrisi sinceri e abbracci calorosi.

Riportiamo, quindi, di getto quanto ricordiamo:

Non dovete avere la faccia scura

Gli abbiamo detto di un libro che stiamo preparando (e del quale avrete presto notizie) e lui ha commentato:Mi raccomando, non fate un libro di quelli santi in cui siete tutte perfette e vedete la Madonna e siete tutte peccatrici.

C’è una struttura nella Chiesa, c’è rigidità, chi è più su e chi è più giù; stiamo capendo che siamo tutti uguali nella consacrazione, infatti non si parla più di «religiosi», ma di «consacrati», anche se si fa fatica a farlo capire”. Anche tra i cardinali il Papa ci chiede di essere fratelli, di abbassarci.

Gli abbiamo fatto presente che non abbiamo strutture e lui ha commentato:Siete libere !!!

Voi avete un legame diretto con il successore degli apostoli, lavorate per il bene della Chiesa.

È importante che vi qualifichiate sia professionalmente sia nelle scienze religiose, perché voi siete coloro che qualificano la figura della donna agli occhi dei Vescovi.

Parteciperò al Simposio di Roma e dirò qualcosa anche a voi; mi raccomando: fate fare all’OV una bella figura(in confronto agli altri stili di vita consacrataNdr).

Io e Serenella facciamo a gara a chi parla di più della donna(si riferisce a Serenella Del Cinque, consacrata OV che lavora alla Congregazione).

Fatevi conoscere dai Vescovi e curate le relazioni con loro; è importante che vi conoscano.

Siete la forma originale della Chiesa(nel senso di esserne all’origine), perché nella Chiesa non è mai mancata la verginità.